Università del Salento

Collegamenti ai contenuti della pagina:
unisalento-theme-il-contenuto-pagina
Il menu di navigazione
Motore di ricerca
Area Riservata
Accessibilità






unisalento-theme-contenuto-della-pagina [Inizio pagina]

ANTONIO ALESSANDRO LICCIULLI

BIOGRAFIA

Dal 1991 il prof. Antonio Licciulli studia, insegna, svolge ricerca nell’ambito della scienza e ingegneria dei materiali. Ha conseguito la laurea in fisica nel 1990 a Bari.  Nel 1991 comincia ad apprendere la scienza dei vetri e della ceramica presso il Dipartimento di Ingegneria Meccanica all’Università di Padova. A Saarbrucken (Germania) nel Leibniz Institute for New Materials INM ha appreso e praticato la nascente disciplina delle nanotecnologie e dei nanomateriali. Nel 1994, ha avviato le attività del laboratorio di ricerca sui materiali ceramici del Centro Nazionale di Ricerca e Sviluppo dei materiali do Brindisi. Il laboratorio è stato coinvolto in programmi di ricerca nazionali e regionali. Un innovativo concetto di composito ceramico ibrido SiC/C/SIC viene registrato come brevetto internazionale nel 1996.Nel 2001 il dottor Licciulli a contratto con l’Istituto Materiali per l’Elettronica CNR di Lecce e partecipa allo sviluppo del generatore termofotovoltaico THEREV. Nel 2004 è coautore di un articolo su Nature Materials di un articolo relativo all’interpretazione della emissività spettrale delle ceramiche.Dal 2001 è ricercatore e poi professore presso la facoltà di Ingegneria dell’Università del Salento. Nel 2003 realizza il sito www.ceramici.unile.it. Il materiale didattico reso pubblicamente e gratuitamente disponibile tramite il sito internet è stato adottato come riferimento in vari corsi di laurea tra cui l’Università di Bologna e il Centro de Tecnologia, Universidade Federal do Ceará, Brasile. Il dottor Licciulli ha fondato 3 società di spin off:  Salentec nel 2005, Silvertech nel 2008 e nel 20015 Biofaber. Il primo brevetto internazionale (2008) di proprietà dell’Università del Salento è una invenzione del prof. Licciulli relativo a un sistema innovativo di produzione di compositi ceramici per applicazioni energetiche ed aerospaziali. Nel 2015 ottiene il conferimento del premio in eccellenza nella ricerca conferito dalla propria Università in occasione del festival dell’Innovazione.